I passi del Melo – La lista dei passi

Passo Altezza Primo controllo Secondo controllo
Foce Cucco 514 Fosdinovo Sarzana
Foce di Rastello 1047 Pontremoli Sesta  Godano
Bratello 950 Pontremoli Borgo Val di Taro
Cisa 1041 Pontremoli Berceto
Cirone 1255 Pontremoli Corniglio
Lagastrello 1200 Aulla A piacere
Cerreto 1261 Fivizzano Collagna
Pradarena 1572 Sillano Busana
Radici 1529 Castelnuovo Garfagnana

Pievepelago
Abetone 1388 San Marcello Pistoiese Pievepelago
Collina 932 Pistoia Ponte alla Venturina
Montepiano 700 Vernio Castiglion dei Pepoli
Raticosa 968 Passo della Futa Monghidoro
Sambuca 1080 Borgo San Lorenzo Palazzuolo
Colla di Casaglia 913 Borgo San Lorenzo Marradi
Eremo 921 Marradi San Benedetto in Alpe
Muraglione 907 Dicomano San Benedetto in Alpe
Tre Faggi 930 Dicomano Premilcuore
Calla 1296 Stia Santa Sofia
Mandrioli 1173 Soci Bagno di Romagna
Monte Coronaro 853 Pieve Santo Stefano Bagno di Romagna
Frassineto 928 Pieve Santo Stefano Le Balze
Viamaggio 1050 Sansepolcro A piacere
Spugna 751 Sestino Borgo Pace
Montanina 465 Ansina Castiglion Fiorentino
Cerventosa 742 Cortona Umbertide

C’era una volta il “26 passi in Toscana Challenge”

Ci dobbiamo scusare con chi ci segue sul blog e che ha pazientemente seguito le puntate del lancio di questo nuovo challenge; non ci siamo fatti più sentire.

Purtroppo siamo stati tutti annichiliti da quanto è successo a Giacomo: tutte le volte che ci vediamo tra di noi non sappiamo più come esprimere il misto di dolore, rabbia o la pura e semplice mancanza di Melo; sarà difficile anche risalire in moto.

Giacomo continuerà a stare con noi anche per questo challenge ed è per questo che ne cambieremo il nome che diventerà "I passi del Melo".

Adesso abbiamo un motivo in più per farlo.

Vi dovevamo il regolamento e le poche e semplici regole per fare questo nuovo challenge.

La sfida è quella di riuscire a portare a termine l’attraversamento dei 26 passi montani nell’arco di un anno.
I passi scelti sono quelli che effettivamente portano nelle altre regioni confinanti. In alcuni casi, a seconda del confine, non immettono direttamente nelle altre regioni.
Liguria, Emilia Romagna, Marche e Umbria, sono le regioni d’approdo o di partenza (il challenge è aperto a tutti i motociclisti in tutti e due i sensi di marcia), per il Lazio le vie d’accesso non utilizzano passi montani o collinari e quindi  la regione non è interessata dal challenge.
Dovete raccogliere due scontrini per ogni passo, uno prima ed uno dopo il passo stesso; verrà pubblicata la lista delle località dove prendere lo scontrino; gli scontrini servono a certificare il passaggio quindi possono essere ottenuti per qualsiasi tipo di acquisto; per ogni passo, devono riportare la stessa data, l’ora non ha importanza.
Ricordate sempre di controllare la data, molti registratori di cassa sono, incredibilmente, starati.
Consegnando o rispededendoci una busta con i 52 scontrini riceverete l’adesivo commemorativo dell’impresa.
Il challenge ha la durata di un anno solare e il suo inizio sarà indicato dalla data del primo scontrino.
Prossimamente pubblicheremo la lista dei passi; vi dico subito che il notaio ne ha scartato uno per mancanza dei requisiti ma ne ha aggiunto un altro che ci era scappato.

Ciao Melo
Ciao Rainmen

I passi – terza puntata


Siamo quasi in fondo al nostro gioco

I nostri inviati sono riusciti a fotografare il premio per questa nuova ed eccitante sfida

Con l’ultima puntata sveleremo, sai che gran segreto, come fare ad ottenere l’ambito premio, medaglia d’oro del Rainmen

I passi – seconda puntata

Imparate le definizioni date nella prima puntata, ecco una lista su cui lavorare:

Rastrello (1047), Bratello (950), Cisa (1041), Cirone (1255), Lagastrello (1200), Cerreto (1261), Pradarena (1572), Radici (1529), Abetone (1388), Collina (932), Montepiano (700), Raticosa (968), Giogo di Scarperia (882), Sambuca (1080), Colla di Casaglia (913), Eremo (921), Muraglione (907), Tre Faggi (930), Calla (1296), Mandrioli (1173), Monte Coronaro (853), Frassineto (928), Viamaggio (1050), Spugna (751), Montanina (465), Cerventosa (742).

Credo che la sfida stia diventando chiara 26700 metri totali, 1030 metri di media.

Alla prossima puntata

I passi – prima puntata

Iniziamo con qualche definizione per inquadrare il concetto 

PASSO: la distanza fra l’asse della ruota anteriore e quella posteriore in un veicolo, meglio se una motocicletta

PASSO: andatura normale contrapposta alla corsa

PASSO: termine che si usa  per gli uccelli che transitano da una regione all’altra per la loro migrazione stagionale

PASSO: in topografia viene indicato con due parentesi quadre che guardano all’esterno,  quasi a prendere forma di un ponte. Questo è il punto  d ‘incontro  delle frecce  (  >  = <  ) che indicano la pendenza dei due versanti  della montagna . Nel caso in cui le pendenze siano estreme i segni di freccia si raddoppiano ( >> = <<  ). In topografia vicino al segno del PASSO vi è sempre l’altitudine.

PASSO: luogo attraverso il quale si svolge il passaggio

PASSO: valico montano, meta d’obbligo  per tutti i motociclisti

Nelle prossime puntate faremo il "passo" dal concetto all’idea ed alla sua realizzazione pratica.

Aggiornamento Umbria Challenge

<

La classifica del Challenge inserisce al primo posto i piloti che hanno interamente sfruttato il tempo a loro disposizione in base alla verifica dei tempi derivati dagli scontrini consegnati.

# Nome Modello Moto Tempo
13 Giacomo Melani bmw r1150gs 3’41”
12 ?Chicomoto e La Cry suzuki Vstrom 4’00”
10 Fucoro e Pingu suzuki Vstrom 4’01”;
10 Linux e l’Apina bmw r1200gs 4’01”
8 Andrea Somigli bmw r1150gs 4’42”
8 Luca bmw r1150gs 4’42”
7 Vittorio Bagnasco guzzi 4’45”
6 Enzo C. suzuki VStrom 4’50”
4 Simone Martini bmw r1100rs 4’53”
4 Filippo Fantoni bmw r1150r 4’53”
2 Riccardo Micheli bmw r1150gs 4’54”
2 Benedetta Contini bmw r850r 4’54”
1 Simone Chiari bmw r1150rt 4’57”

Le avventure di Milko da Torvaianica

La coraggiosa avventura era iniziata un mese prima quando il coraggioso Milko era partito alla volta di Cesena per incontrare un amico e per iniziare a fare un po’ delle strade del Challenge.
Purtroppo il prezioso mono ammortizzatore appena acquistato esplode, vedere le foto per credere, e lascia il nostro eroe a piedi.
Doppia gita in treno per tornare al lavoro e andare a riprendere la moto, un pessimo ricordo della E45 ed il nostro è pronto per il Challenge.
Le sue parole sono la miglior descrizione della giornata dai sentimenti contrastati:


“Dopo che un amico mi aveva parlato del Rainmen Challenge, ieri sera ho deciso di visitare il sito…E DI PARTIRE PER L’EXTREME.
Così,
stamattina alle 5 in punto sono partito alla volta di Pistoia.
Inutile dire che l’itinerario è fantastico…tutto troppo bello…forse troppo per essere vero…Tutto andava per il meglio, i checkpoint rispettati in orario e alle 12.43 parto da Pacetto e mi dirigo per l’Agriturismo "Il Volpino"…quando mancano alcuni km a Popiglio, sento un botto sordo provenire dal posteriore "tock"…penso che si sia trattato di un sasso sparato via sul parafango, e invece la moto comincia a sbandare.

"Cazzo, ho bucato" … ebbene sì, sulla SS12 subito prima di Dogana Nuova mi ritrovo con il posteriore a terra; era tutto troppo bello, ero in perfetto orario, avevo guidato per posti fantastici, dalle mie parti le prime strade decenti le trovo quando vado in Abruzzo, avevo una discreta fame, già pensavo al pranzo nell’Agriturismo e invece tutto si è spezzato in un momento.
Comunque, mi faccio coraggio e vado di Fast, sperando che il chiodo che si intravedeva fuoriuscire dalla gomma fosse di piccolo taglio; invece era un megachiodo ricurvo…incredibile!
In quelle condizioni il Fast non può nulla e infatti riesce solamente a risollevare di poco la gomma per poi perdere immediatamente pressione.
A quel punto decido di tornare indietro verso Fiumalbo, un paese incontrato poco prima dove la provvidenza del motociclismo ha voluto che lì esistesse un officina che ripara anche pneumatici…"F.lli Nizzi", questo il suo nome.”

A questo punto interrompiamo la narrazione per consigliare a Milko una visita da qualche sciamano per farsi togliere il malocchio dal posteriore della sua moto, di gran lunga la parte più debole … riprende la narrazione:

“Riparata la gomma, si era fatto tardi e per non rischiare ulteriori sorprese decido di mettere la prua per Roma
Con molta tristezza penso a che brutta fine abbia fatto la mia splendida giornata in moto.
Alla fine sono stati 988,2 km tutti d’un fiato di cui circa 700 nell’afosa pallostrada, ma quei quasi 300 di curve e paesaggi spettacolari mi hanno ripagato del lungo e difficile viaggio.

In allegato troverete le foto che raccontano il tutto. Clicca qui per le foto.

Negli scontrini ritirati ai check ho notato che l’orologio del bar "Vecchio Pulter" è decisamente fuori orario…sono arrivato nel bar alle 10 e 45 circa…gliel’ho fatto notare, hanno detto che avrebbero sistemato…Un altra cosa…in tutti e 4 i bar dove ho fatto il check, non sanno neanche cosa sia il timbro del rainman di cui si parla nel sito…il vecchio Pacetto, mi ha guardato in maniera davvero perplessa…hi hi hi…”

Un’altro pezzo di challenge, un tanto di cappello a chi si è fatto 1000km per godersi un challenge ed un complimento personale per l’indomito entusiasmo e per non essersi fatto scoraggiare dalle avversità. Prendiamo nota delle disfunzioni e cogliamo l’occasione per ricordarvi che l’obbligo del timbro come pure quello dei check point prestabiliti è stato eliminato anche se il sito ancora li riporta; procuratevi uno scontrino nel luogo stabilito e prendete i check point scritti sul road book come un suggerimento.


A presto…al prossimo Challenge.

Challenge Amiata 28Giugno 2009

Nonostante le previsioni meteo incerte che hanno causato molte defezioni di soggetti poco Rainmen, tre temerari sono calati dall’Umbria per cimentarsi nel Challenge del monte Amiata
Il racconto della giornata lo trovate insieme alle foto…
Quale migliore occasione per pubblicare la classifica aggiornata del challenge più veloce e spettacolare
Classifica provvisoria
La classifica del Challenge inserisce ai primi posti i piloti che più si avvicinano al tempo massimo imposto, senza superarlo, in base alla verifica dei tempi derivati dagli scontrini consegnati. Chi supera il tempo imposto ha una opportunità per provare nuovamente. Mandate i Vostri scontrini per entrare in classifica e ricevere l’adesivo.
# Nome Modello Moto Tempo
1 Enrico II Kawasaki Ninjia 4h 00′
1 Enrico Rettori Piaggio Bverly 500 4h 00′
1 Simone Chiari BMW R1150RT 4h 00′
1 Filippo Fantoni BMW R1150R 4h 00′
1 Simone Martini BMW R1150RS 4h 00′
6 Andrea Somigli BMW R1150GS Adv 3h 59′
7 Gennaro Esposito Suzuki Vstrom1000 3h 58′
7 Paolo Staffa Suzuki VStrom650 3h 58′
7 Piero Campagnoli BMW R1200R 3h 58′
10 Fernando Zaffina BMW R1200GS 3h 53′
11 Maria Rodighiero BMW F650GS Dakar 3h 48′
12 Giacomo Melani BMW R1150GS Adv 3h 45′

Challenge Extreme 6 Giugno 2009

Sottotitolo
Buio all’Acquerino—Nebbia sul S. Pellegrino–Pioggia al Volpino
Classifica provvisoria
La classifica del Challenge inserisce ai primi posti i piloti che più si avvicinano al tempo massimo imposto, senza superarlo, in base alla verifica dei tempi derivati dagli scontrini consegnati. Chi supera il tempo imposto ha una opportunità per provare nuovamente. Mandate i Vostri scontrini per entrare in classifica e ricevere l’adesivo.
6 Giugno 2009
# Nome Modello Moto Tempo
1 Filippo Fantoni BMW R1150R 4′ 55′
2 Giacomo Melani BMW R1150GS Adv 4′ 54”
3 Simone Fantoni Yamaha TT600 4′ 52”
3 Mauro Pozzi BMW R1200GS Adv 4′ 52”
5 Riccardo Micheli BMW R1150GS Adv 4′ 43”
6 Simone Chiari BMW R1150RT 4′ 31”

Umbria challenge 24/05/09

Umbria Challenge
24 Maggio 2009

La classifica del Challenge inserisce al primo posto i piloti che hanno interamente sfruttato il tempo a loro disposizione in base alla verifica dei tempi derivati dagli scontrini consegnati.

4 Aprile 2009
# Nome Modello Moto Tempo
1 ?Bruno Cuollo Tdm900 4′ 10′
1 Piero Campagnoli BMW R1200 4’10”
2 Franco Orsini Honda 500 CB 4′ 09”
2 Domenico Corrente Guzzi 4′ 09”