Aggiornamenti sui Challenge

Abbiamo anche ricevuto alcune note sui roadbooks e per questo vorrei darvi qualche aggiornamento:

1) i roadbooks li aggiorniamo poco, "ce ne siamo accorti" risponderete voi, e quindi può darsi che i check points siano spariti, trasferiti od abbiano cambiato gestione; lo ammettiamo, preferiamo andare in moto che aggiornare il sito, però lo faremo; per rimediare basta che prendiate uno scontrino qualsiasi per qualsiasi cosa, basta che sia nella stessa località del check point

2) mandateci pure le immagini degli scontrini via mail, non importa inviarli fisicamente per posta; gli indirizzi per l’invio sono spazzavento@dada.it e simone.bellagio@gmail.com

3) anche per il ristorante vale la regola che potete andare dove vi pare, sempre che sia nei dintorni

4) di due ristoranti sappiamo che hanno cambiato luogo: una è la Stefania ai laghi Pontini, Challenge Transappenninica, che si è trasferita a Bagno di Romagna al ristorante "il Tiglio"; andateci perché merita, il cellulare è lo stesso, l’accoglienza pure<

5) un altro cambiamento è nel challenge Amiata; Rossano a Vivo d’Orcia non c’è più ma la moglie ha aperto un ristorante al Primo Rifugio Amiatino, località sopra Abbadia San Salvatore; trovate i dettagli nel blog alla data 28 Febbraio; la cucina è la solita e l’ospitalità pure; c’è anche il camino sempre acceso per le uscite invernali

Fortunatamente le strade se ne fregano della nostra scarsa professionalità e sono sempre belle.

Inutile dire che l’adesivo arriverà gratis, così impariamo!! 

I passi del Melo – Aggiornamenti

I passi del Melo: seconda uscita

Tocca a Frassineto e Mandrioli, guardate le foto.

Fa sempre piacere percorrere la splendida strada che collega La Verna con Città di Castello, sede dell’omonima corsa in salita e per questo tirata come un biliardo. Clima ancora invernale mentre aggiriamo le sorgenti del Tevere, con neve sui cigli delle strade esposte a Nord e boschi ancora marroni. Sosta ai Laghi Pontini, un posto sempre rilassante ritagliato da un pezzo di Alpi e trasportato in Appennino. Gelato a Soci perché c’è ancora chi fa le bizze come da piccino sul lungomare:-)

I passi del Melo: recupero prima uscita

E’ stata organizzata una uscita per recuperare alcuni amici che non avevano fatto Cerventosa e Montanina; una girata per scoprire delle colline sconosciute e non frequentate ma dai panorami mozzafiato che spaziano dal lago Trasimeno, ai Sibillini, al Monte Amiata. I dintorni di Ansina, con le sue ville ed i campi di tabacco, sono tutti da scoprire magari con qualche deviazione se c’è tempo. Guardatevi le foto; promossi e ripetenti tutti insieme.

Consigli

Nel caso siano fatti uno o più passi concatenati nella stessa giornata, lo scontrino che certifica il completamento di un passo sarà considerato valido come partenza per il successivo; in tempi duri meglio risparmiare i soldi per la benzina.

Cronaca nera

Si è consumato sulle strade tra Bibbiena e La Verna un rapporto contro natura che tanto ricorda quello più famoso tra la figlia del Mascetti e il sottococo Giovannone; il rapporto si è consumato sotto gli occhi di testimoni attoniti, rimasti impietriti davanti all’inaudito accaduto ma che nulla hanno fatto per impedirlo; solo un fotografo professionista, che lavorando in sala operatoria è abituato a ben altri e più orribili spettacoli, è riuscito con (s)pregevole freddezza a documentare l’accoppiamento; per chi è di stomaco forte ci sono le foto che per dovere di cronaca sono costretto a pubblicare.

For our bikers friends abroad

WHAT IS THE RAINMEN CHALLENGE?

It is not a race but a regular drive which demands precision with map reading and a Iron Butt. Therefore it is strictly in compliance with the Highway Code; this is unavoidable for participation in the Challenge. Participants undertake to comply with the above and the Organization cannot be held responsible for any accidents. There is no date for the Challenge, as everyone can start to suit themselves; there will be a special sticker “Winter Challenge” for those who take part in the Challenge Transappenninica, and Four Provinces; from December 1st to February 28th

WHAT DOES IT TAKE TO COMPLETE THE RAINMEN CHALLENGE?

A lot of passion for motocycles, a comfortable bike, and plenty of stammina, plus a good MAP; that’s all.

HOW TO VALIDATE YOUR CHALLENGE?

At the Check Point you must check the receipt that the date and time are correct, as this will give you the official Green Light for your start. You will then proceed to all the other Check Points. If the time between the receipt of the first and the last are not spent of the maximum established for each Challenge, please contact the organizers at spazzavento@dada.it When we establish the correct result of your trial we will send you a Commemorative Sticker which will testify to your success.

TIP FOR A SUCCESSFUL OUTCOME OF YOUR CHALLENGE

A. Before leaving, carefully study the MAP and memorize the route and its Geography

B. Where same shops are closed, look for an alternative place that can give you a receipt for a purchase so as to document the transaction on that day and at the hour stated.

C. You should be at the the START CHECK POINT  no later than 9 am. (Be aware of unknown  causes for delays)

D. If you are unable to complete the Challenge within the time limit as required it’s possible you may succeed the next timer and have more fun; REMEMBER, there are often unknown and attractive regions which can slow down your progress, so enjoy it.

Abbiamo iniziato i passi del Melo

Finalmente siamo riusciti ad organizzare la partenza di questo challenge che ci vedrà impegnati per il resto dell’anno.

Una occasione per ripassare in maniera sistematica tutti i passi fatti, qualcuno oramai scordato, con una carta in mano e cercando di congiungerli con un senso motociclistico.

Abbiamo iniziato a spuntare la lista …

… e a collezionare scontrini (che possono funzionare anche da consigli per la sosta)

Sabato 26 replichiamo, anzi aggiungiamo; intanto guardatevi le foto

MotoMotti

Trovati in un sito Canadese:

– Nel dubbio rallenta, nessuno ha mai colpito qualcosa troppo piano

– Si parte sempre con una borsa piena di fortuna ed una vuota di esperienza; il trucco è riempire quella dell’esperienza prima di vuotare quella della fortuna

– Andare in moto non è pericoloso, è cascare che lo è

– Impara dagli errori degli altri, non vivrai mai abbastanza per farli tutti te

– L’unico momento in cui hai troppa benzina è quello in cui stai andando a fuoco

– Guardati sempre attorno, c’è sempre qualcosa che non hai visto

– Gravità e forza centrifuga non sono solo buone idee, sono leggi senza possibilità di appello

– Fare sempre in modo di tirare giù il cavalletto lo stesso numero di volte che lo si tira sù

ma sopratutto … every ride is optional!

The good rider 

Novità dal sito

Come avrete già notato dall’homepage ci sono un paio di piccole novità: la prima è il nuovo adesivo, uno dei più belli che abbiamo fatto, che è già stato stampato su giallo catarifrangente; li metto in moto così appena ci vediamo ne potete prendere la quantità che desiderate.

La seconda è lo spostamento sull’homepage del link al challenge " i passi di Melo", il nostro modo per ricordare Giacomo ed averlo sempre con noi.

Tenere in vita il sito richiede tempo anche facendo poco come facciamo noi; qualsiasi supporto, che può andare dal breve commento sul blog ad un articolo da pubblicare, sarebbe il benvenuto se non altro per toglierci il dubbio che lo facciamo solo per noi.

L’Osteria Primo Rifugio

Come viene l’inverno, quello con la neve, a noi ci prende la voglia di andare sull’Amiata, di per se una montagna fosca che con la neve diventa più allegra anche se sempre parecchio fredda.

L’unica cosa che ci è mancata negli ultimi tre anni è l’ospitalità di Rossano al Castagno, ristorante prima passato di gestione e poi definitivamente scomparso per incapacità dei subentranti. Avevamo però una debola traccia, lasciata dallo stesso Rossano, per trovare la moglie e la figlia, gestrici di un altro ristorante sempre sull’Amiata,

Abbiamo seguito le tracce e siamo arrivati al Primo Rifugio Amiatino dove abbiamo trovato Seriana e Clara: la stessa accoglienza, la stessa ottima cucina ed il camino sempre acceso come ai tempi di Rossano.  

Vi lascio il numero di telefono nel caso passiate di là: 0577 789705

Andate a veder le foto

L’unico accessorio che serve

Finalmente hanno risolto l’unico problema che veramente un motociclista ha sempre avuto; non si tratta di avere il culo riscaldato, sapere la pressione dei pneumatici o sentire la radio ma di VEDERCI DI NOTTE.

In effetti il sistema è complesso e giustifichiamo una certa lentezza nel proporlo, sicuramente ci vorrà del tempo prima che abbia costi accettabili ma se non si comincia non si finisce e questo è l’inizio.

In attesa di potersi permettere la GT ci godiamo il filmato

Help Italo

Leggete l’incredibile avventura di Italo Barazzuti e sostenete l’iniziativa lanciata da un gruppo di suoi amici.

L’amicizia, la solidarietà ed il senso di appartenenza ad un gruppo sono sempre state una delle caratteristiche dei motociclisti e quando ne vediamo uno in difficoltà, sulla strada e non, parcheggiamo per un attimo la nostra moto ed i nostri pensieri e diamo una mano.

Leggeremo con piacere le sue imprese, inclusa quella con l’assistenza sanitaria americana, sapendo che si sta rimettendo.
Per i dettagli sulla sua storia e su come acquistare i resoconti delle sue avventure sul sito.